Maria Chiara Spina

Si è laureata in Architettura per la Città presso l’Istituto Universitario di Architettura di Venezia (IUAV) nel 2011 con una tesi di progettazione sul recupero e la valorizzazione del territorio dal titolo "Castelvetrano - Selinunte: recupero della ferrovia dismessa in un parco lineare" (relatore Alberto Ferlenga).
Durante l’università ha frequentato un anno di studi a Parigi presso l'Ecole Nationale Supérieure d'Architecture de Paris La Villette (ENSPLV) con il programma comunitario Socrates/Erasmus. Terminati gli studi consegue l’abilitazione all’esercizio della professione nel 2012.
 
A partire dal 2009 ha collaborato in qualità di progettista con studi specializzati in progetti a scala urbana e territoriale (fra i quali Concorso per la riqualificazione di Piazza Martiri Partigiani a Sassuolo, Riqualificazione del sistema piazze nel centro storico di Monsummano Terme e Concorso per la riqualificazione del territorio comunale prospiciente il lago di Caldonazzo), e nell’ambito di opere pubbliche (Nuovo Museo di Storia della Baviera  a Regensburg e Nuova Biblioteca centrale di Helsinki). Ha inoltre seguito la realizzazione di opere residenziali a Venezia Centro Storico  e Terraferma, restauro ed ex-novo, curandone la progettazione e l’assistenza alla direzione lavori.
 
Dal 2013 collabora con C and C occupandosi di progettazione e assistenza alla direzione lavori in interventi di restauro e interni in ambito residenziale a Venezia Centro Storico e all’estero (abitazione privata a Monaco – Monte Carlo) e opere pubbliche tra cui Faeit Lab di Artegna, centro con destinazione d’uso poliambulatorio, auditorium e sede delle associazioni di volontariato.
 
Coordina la logistica e la realizzazione di allestimenti di spazi espositivi e museali, quali Officina delle Zattere e Sala Tiziano nel Complesso Artigianelli a Venezia, Malga dell’Alpinismo a Chiusaforte, Palazzo Franchetti per Zaha Hadid /Venice 2016 nel corso della 15a Biennale di Architettura di Venezia.
 
Infine cura per lo studio la redazione di concorsi, come il progetto di restauro e restyling del Centro Commerciale Giotto a Padova e il Masterplan generale di Fondamenta Novissima a Venezia.